Torre Guaceto, gaw-sit

Il nome dell’oasi di Torre Guaceto nel Comune di Carovigno (Br), deriva dall’ arabo Gaw-sit cioè acqua dolce, ed è una delle mete delle visite organizzate dal WWF il 21 maggio per la giornata delle oasi. Negli anni Settanta con la legge 979/82 é diventata Riserva Marina statale inglobando 600 ettari di mare prospiciente la…

Immaginaria a Luigi Sada

D- Luigi, come va lassù, hai saputo che t’hanno dedicato una strada? R- Siii, ma vedi dove sono non si bada più a queste vanità terrene. C’è ancora qualcuno che taglia su si me, altri copiano dai miei libri…cosa vuoi mi interessi più. Sto così bene… – Hai saputo di quel panettiere…… che ad Altamura…

Immaginaria a Luigi Veronelli

D- Come va lassù, sempre tra vigne e oliveti? R- Non mi lamento, qui le piante se la godono pure loro e sapesse che frutti… – S’è incontrato con il mio amico Roberto, sa cosa sostiene a proposito del vino? – No, non l’ho ancora incontrato. – Roberto, originario di Vittorio Veneto, diceva che dalle…

Immaginaria a Olindo Guerrini

– Meglio ammetterlo subito, per lei provo una forte simpatia perché è forlivese come mio padre e poi per il suo L’arte di utilizzare gli avanzi della mensa. E, inoltre come Artusi, anche lei adora la bicicletta. – Grazie. E così lei è impastato dell’umorosità romagnola e dell’acume mercantil pietroso salmastro pugliese per via di…

Immaginaria all’Artusi

D- Anche a lei la domanda che ho fatto ai suoi colleghi maestri di cucina. Come va lassù? R- Spadello, arrostisco, studio, scrivo anche se qui non si mangia, si respira Luce e non si ha la cognizione del tempo. Sto benissimo. -E per noi che siamo ancora nelle panie? – Due sono le funzioni…

I Misteri della Settimana Santa

Catene, piedi scalzi,  cappucci sulla testa, flagelli. Pesanti croci sulle spalle. Se durante la Settimana Santa la mestizia, il desiderio di perdono, le lacrime avessero un odore, l’aria nei centri storici di alcune città e paesi  della Puglia sarebbe  densa  come una crema.

Immaginaria a Vincenzo Corrado l’Oritano

D- Perché il soprannome l’Oritano? R- Mi piace la domanda per sfatare una falsità. Io sono pugliese di Oria, in provincia di Brindisi. A Napoli mi ci trasferii bambino, insomma sono napoletano per acquisizione. – Un altro soprannome è quello di Cuoco Galante, se ricordo bene. – Certo, perché organizzavo magnifici banchetti e delle cene…

Immaginaria a Marco Gavio Apicio

D -Lei sa d’essere tenuto in gran considerazione per il De re coquinaria? R -Il mio nome sarà sempre legato alla gastronomia, alle buone pietanze, alle cene succulente, ai fantasmagorici banchetti che dico, gozzoviglie. Invitavo, e mi invitavano, nelle domus imperiali. – Mi parli delle sue famose e stravaganti ricette per le quali è passato…

Mattinata con le orchidee

Il risveglio della primavera non è acqua fresca. La riprova è che in questi giorni sino a luglio, nelle contrade di Mattinata (Parco Nazionale del Gargano), fioriscono le più belle orchidee, testimoni di patrimonio culturale e della natura.

Tavole di San Giuseppe

San Giuseppe il 18 e il 19 marzo è al centro di feste in quasi tutti i paesi di Puglia e Lucania.

Gloria degli avanzi

“In questa realtà dominata dal consumismo, dobbiamo ricostruire un giusto rapporto con gli oggetti, il meno possibile fondato sul principio dell'<usa e getta>, il più possibile sul principio <mi appartiene, mi è caro, pertanto lo riutilizzo, Quello che mi scandalizza non è che esistono i ricchi e i poveri. E’ lo spreco.”

Fiori in pentola

Un’insalata di petali di crisantemi? Perché no, magari di diversi colori.